Skip to content
Hacker Pschorr

Hacker Hefe Weisse

icons_fusto
 

L’Hacker Weissbier è una birra di frumento tipica bavarese dal colore leggermente ambrato. Gusto leggermente acidulo, particolare è la sua proprietà dissetante. La sua schiuma è molto compatta. Il carattere spumeggiante si rivela nell’aroma fruttato e nella fine schiuma.

Stile

Weizen

Nazione

Germania

Formato

Birra in fusto di acciaio

Capacità

20 L (scivolo)

Grado alcolico

5,40% vol

Colore

Scheda sensoriale

Schema-sensi-occhio

Vista

Dal colore ambrato dalla schiuma molto compatta
Schema-sensi-olfatto

Olfatto

Frumento, banana, spezie
Schema-sensi-gusto

Gusto

Crosta di pane, freschezza, banana, chiodi di garofano

Richiedi informazioni

 
Scheda del produttore

Hacker Pschorr

Parlando di Hacker-Pschorr non si può non pensare ad un punto di riferimento per la tradizione della birra di Monaco e di tutta la Germania. Il suo nome si identifica con la tradizione secolare che risale all’anno 1417, quando il birrificio Hacker è stato fondato a Monaco, 99 anni prima della promulgazione della legge Reinheitsgebot (editto della purezza) del 1516, al quale la birreria ha tenuto fede nei secoli e che segue rigorosamente tutt’ora. Il nome Hacker-Pschorr risale ai coniugi Maria Theresia Hacker e Joseph Pschorr: alla fine del XVIII secolo infatti Joseph, già proprietario di un birrificio, comprò il birrificio Hacker, di proprietà del suocero; successivamente, i suoi due figli ereditarono ciascuno uno dei due birrifici, che vennero tenuti distinti sino al 1972, quando si fusero, per vendere poi con un unico marchio dal 1975. Sotto la loro direzione l’azienda Hacker-Pschorr si è imposta come il principale birrificio di Monaco. Ad oggi Joseph Pschorr è l’unico mastro birraio ad essere onorato con un busto nella Ruhmeshalle della Bavaria, il pantheon dei personaggi illustri bavaresi, grazie alle sue idee innovative e anticipatrici quale imprenditore ambizioso ma anche fortemente legato al territorio e impegnato a favore della tradizione bavarese e dell’arte birraia; di questa tradizione Hacker-Pschorr è tutt’ora garante, con le materie prime utilizzate che provengono quasi esclusivamente dalla Baviera. Una politica di sostenibilità ambientale unita al coraggio d’innovare, questo è il “cielo della Baviera” e Hacker-Pschorr ne è garante dal 1417.
 

scopri altre birre

Prodotti correlati

Rulles Estivale
Rulles Estivale
Birra in fusto di acciaio
Lupulus Fructus
Lupulus Fructus
Birra in fusto di acciaio
Paulaner Zwick’l
Paulaner Zwick’l
Birra in fusto di acciaio
Paulaner Urtyp
Paulaner Urtyp
Birra in fusto di acciaio