Skip to content
Klosterbrauerei Andechs

Andechs Doppelbock Dunkel

icons-bottiglia
 

Questa apprezzata doppio malto deve il suo sapore caramellato ai particolari malti speciali impiegati ed a uno specifico procedimento di produzione. Già al primo sorso si prova un piacere indimenticabile, il suo colore scuro e la delicata nota di luppolo riportano alla memoria l’arte birraria tradizionale dei monasteri.

Stile

Bock

Nazione

Germania

Formato

Birra in bottiglia

Capacità

50 cl

Grado alcolico

7,1% vol

Colore

Scheda sensoriale

Schema-sensi-occhio

Vista

Colore scuro
Schema-sensi-olfatto

Olfatto

Malto, caramello, frutti rossi
Schema-sensi-gusto

Gusto

Caramello, dolce, tostato, frutta rossa matura

Richiedi informazioni

 
Scheda del produttore

Klosterbrauerei Andechs

Ad Andechs si produceva birra sin dal Medioevo, con grande probabilità dopo che il duca di Wittelsbach Alberto III aveva fondato l’abbazia benedettina sul monte di Andechs nel 1455. In occasione della fondazione del monastero, sette benedettini si trasferirono dall’abbazia di Tegernsee a Andechs. Questi possedevano già ampie conoscenze in merito alla produzione della birra, infatti furono i primi «professionisti» in questo ambito: essi avevano la possibilità di dedicarsi quasi esclusivamente alla produzione di birra. Dall’esperienza si formò gradualmente un ampio quadro di conoscenze e così i monaci posero le basi per la moderna e razionale produzione di generi alimentari, soprattutto birra. Da allora, eccellenti cellari hanno operato nel monastero di Andechs, soprattutto da quando nel 1850 è divenuto bene economico dell’abbazia di san Bonifacio a Monaco. Una figura importante è sicuramente quella di Pater Magnus Sattler, che modernizzò gli edifici del monastero e delle attività economiche e pose le basi per uno sviluppo di successo. Nel 1871 Pater Magnus convertì il birrificio al sistema di funzionamento a vapore. Tra il 1900 e il 1952 sorge anche la malteria, cui fanno seguito, nel 1925 e nel 1958, due nuovi impianti di imbottigliamento. Nel 1968, a causa di problemi logistici, la malteria chiude e si decide così di costruire nel 1972 un edificio più grande al di sotto del Sacro Monte. Nel 1974 entra in funzione l’officina di imbottigliamento e nel 1984 la sala di cottura con cantina di fermentazione e di stoccaggio. La decisione di costruire il nuovo birrificio negli anni ‘70 e ‘80 si fonda anche su criteri di responsabilità sociale, dal momento che con il mantenimento del birrificio del monastero si sono potuti conservare importanti posti di lavoro e crearne di nuovi. Da allora tutti gli impianti di produzione della birra vengono costantemente rinnovati dal punto di vista tecnico e adeguati in base alle più recenti conoscenze del settore. Questa politica di investimenti a lungo termine da parte del monastero crea un buon ambiente di lavoro, assicura un’elevata qualità della birra e ha positivi effetti ecologici. Infatti nel dicembre del 2006 il birrificio del monastero di Andechs ha nuovamente conseguito la certificazione UE di conformità alle direttive ambientali.
 

scopri altre birre

Prodotti correlati

Lupulus Jolly Poupèe
Lupulus Jolly Poupèe
Birra in bottiglia
Lupulus Pils
Lupulus Pils
Birra in bottiglia
Cà del Brado Cuvèe de Mugnega
Cà del Brado Cuvèe de Mugnega
Birra in bottiglia
Cà del Brado Û Baccarossa
Cà del Brado Û Baccarossa
Birra in bottiglia